V.le Don Tonino Bello, s.n.c. - 73013 Galatina (LECCE)
Tel: 0836/566833-528514 fax: 0836/566833
Email: leps04000e@istruzione.it
 Pec: leps04000e@pec.istruzione.it

EVENTI

PON FSE-FESR

TRASPARENZA

LA BUONA SCUOLA

ARCHIVIO

Utenti on line

STATISTICHE

  • 1
  • 25
  • 2.995
  • 19.589
  • 2.615.545
  • 506.720
  • 409.305
  • 5
  • Marzo 2020: Emergenza Covid-19 - il messaggio delle classi 1^AS e 1^CS
  • 20 ottobre 2019: Hack For Global Goals a Matera
  • 2 ottobre 2019: A Bruxelles presso il Parlamento Europeo
  • Agosto 2019: In visita alla Biblioteca Civica di Stoccolma
  • Giugno 2019: Stage presso l'Aeroporto Militare 61° Stormo di Galatina
  • 5-7 giugno 2019: i nostri studenti a #FuturaL'Aquila
  • 22-24 maggio 2019: #Futura Italia #TerniChallenge 2019
  • 9 aprile 2019: un saluto al nostro Liceo dagli scienziati della Missione News Horizon della NASA
  • Febbraio 2019: negli studi RAI di Saxa Rubra a Roma con Corrado Augias - Trasmissione QUANTE STORIE
  • 7 febbraio 2019: studentesse del Liceo presso il CNR - Istituto per la Microelettronica e Microsistemi del Campus universitario Ecotekne.
  • 19 dicembre 2018: Progetto di Alternanza Scuola Lavoro "Città aperte in rete" - Le segrete del Castello di Otranto
  • 12-17 novembre: con il progetto "Arcipelago Scuola", promosso dal MIUR nell'ambito del PNSD, un nostro studente è a Dubai - Emirati Arabi, alla mostra universale del Design
  • 20-22 settembre 2018: PNSD - A Sassari e La Maddalena partecipiamo a #Ichnusa 4.0 – L’isola connessa
  • 18-21 luglio 2018: PNSD - I nostri studenti all'Hackathon "Arcipelago Scuola" di Venezia
  • 19-20 giugno 2018: Notte prima degli esami davanti al Liceo
  • 4-6 giugno 2018: PNSD - I nostri studenti a "Sail to the future" - Simulazione dei lavori ONU per l'ambiente
  • SENZA FACCIA - Rappresentazione teatrale per il contrasto al cyberbullismo
  • Maggio 2018: Alternanza Scuola lavoro nel settore biochimico
  • Maggio 2018: Alternanza Scuola Lavoro nel settore medico sanitario
  • 23 marzo 2018: i nostri DRAWING SOUND in concerto
  • 22 dicembre 2017: Con il sassofonista Raffaele Casarano nell'Assemblea d'Istituto del 22 dicembre 2017
  • 23 ottobre 2017: Esercitazione di Protezione civile "Fenice 2017". I nostri ragazzi "in salvo" con un elicottero dell'Aeronautica
  • Luglio 2017: stage linguistico in Scozia - arrivo a Edimburgo
  • 1 giugno 2017: Giornata dedicata alle scienze, all'arte e alla solidarietà
  • 11 maggio 2017: Nel laboratorio linguistico con gli esperti della Digital Art Factory
  • 8 maggio 2017: A scuola di OpenCoesione con Cataldo Motta - Procuratore della Repubblica
  • 25 marzo 2017: Giornate FAI di primavera. Con Mons. Fernando Filograna nel Palazzo vescovile di Nardò
  • 2 febbraio 2017: Laboratorio di Coding per nonni e genitori
  • 22 dicembre 2016: studenti e docenti in concerto
  • Assemblea d'Istituto del 20 gennaio 2016 con Mylious Johnson
  • Presentazione del DIARIO del Liceo
  • Laboratorio di arte contemporanea: gli studenti realizzano un murales con Massimo Pasca
  • Nel laboratorio di Astrofisica
  • Preparazione di coreografie
  • Sguardi sul futuro
  • Insieme per non dimenticare Gianpiero
  • Nelle magie di Praga
  • “Una farfalla a Pechino” per apprendere il Cinese
  • "TALENTI LATENTI" in concerto
  • Soggiorno studio in Inghilterra - In Abbey Road... come i Beatles

La raccolta fondi dei nostri studenti per l’Ospedale Santa Caterina Novella

Informiamo la comunità scolastica che gli studenti del nostro Liceo si sono fatti promotori di una raccolta fondi da devolvere al reparto “Malattie infettive” dell’Ospedale Santa Caterina Novella di Galatina, fortemente coinvolto nella gestione dell’emergenza sanitaria da Covid-19.

Nell’indicare il link da utilizzare per le donazioni…>> esprimiamo ammirazione e forte senso di gratitudine ai nostri ragazzi e aggiungiamo, come ha scritto in un suo articolo la giornalista Paola Coppola, che ci stanno sorprendendo questi giovani: si fanno avanti per curare i malati arruolandosi con la Protezione Civile, in corsia si rimboccano le maniche come medici e infermieri,  hanno le facce dei volontari che portano spesa e pasti agli anziani e ai più fragili. Rischiano sulla propria pelle. A dispetto delle difficoltà studiano in casa, preparano la maturità per quando ci sarà (…) e, in questa battaglia a un virus impalpabile e orizzontale, dove nessuno è invincibile e tutti ci sentiamo più fragili, si stanno mettendo in gioco. 

 

#Dantedì nel nostro Liceo

Oggi – 25 marzo 2020 è la prima giornata, istituita dal Governo italiano, per la celebrazione di Dante Alighieri. Il nostro Liceo, nell’accogliere la proposta lanciata da MIUR e MIBACT, ha aderito a due diverse iniziative.

La prima, coordinata dalla Prof.ssa Caterina Parlangeli ha visto la partecipazione degli studenti Alberto Tarantino – 4^D e Flavia De Matteis – 4^C alla lettura dei versi di Dante, trasmessa in diretta, alle ore 18:00, sul profilo Instagram di @rivistaclandestino.

La seconda, coordinata dalla Prof.ssa Alessandra De Paolis, ha impegnato i ragazzi del gruppo teatrale “La Compagnia del Vallone” (Allegra Brunetta D’Amato, Sofia Congedo, Antonio Costantini, Camilla Costantini, Flavia De Matteis, Ludovico Loreta, Paolo Maggiore, Leonardo Marra, Francesca Piccinno, Francesca Rausa, Annagiulia Rizzo, Alberto Tarantino e Anna Vantaggiato) ed ha portato alla realizzazione del video che di seguito pubblichiamo.

 

Il messaggio di un nostro studente

Pubblichiamo il messaggio che ci ha scritto Salvatore De Pascalis – Studente della classe 5^A e Rappresentante d’Istituto.

“È evidente che le circostanze ci impongono di adattarci a nuove situazioni, che nessuno prima poteva immaginare; i ritmi sono cambiati e la concezione del tempo con essi. Ne abbiamo una concezione quasi bergsoniana e siamo consapevoli che tutto questo è di fondamentale importanza per superare questa fase.
La didattica a distanza procede molto bene: la collaborazione di studenti e professori ci ha permesso di allinearci sulla stessa lunghezza d’onda.
Siamo quotidianamente in contatto con gli altri rappresentanti di classe tramite un gruppo whatsapp in cui discutiamo di tutto e da cui è emerso che  non vi è alcun tipo di insoddisfazione. L’unico pensiero, che è stato condiviso da tutti, è questo: cinque ore consecutive di video lezione si son rivelate stancanti e ‘pesanti’, non vi sono pause e lo studente non ha modo di distrarsi un momento.
Son convinto però che la scuola stia lavorando al meglio per affrontare ogni tipo di problema e personalmente, ma credo di poter parlare a nome di tutta la comunità studentesca, sono orgoglioso di essere ‘valloniano’, per come la scuola si è mossa e si sta muovendo, per l’attenzione che quotidianamente riserva a noi studenti e infine per noi studenti stessi, che siamo stati capaci di essere, nel momento del bisogno, una grande famiglia.
Spero di poter tornare al più presto a scuola, intesa anche come edificio, perché è solo ora che comprendo, ovviamente i  sacrifici, ma anche la gioia che mi ha dato il Vallone.
Non le nascondo che stare a casa fa male, fa male perché si ha la consapevolezza di stare perdendo probabilmente alcuni dei mesi più belli della vita: quelli dell’ultimo anno delle superiori. Dopo cinque anni di contatto reale con la comunità scolastica che ho vissuto pienamente, è doloroso non poterne più scorgere i dettagli, così come è doloroso non poter godere a pieno di tutte le opportunità che offre.
Di certo però non sarà questo a fermarci né sarà questo a fermare il Vallone.”

 

Le scuole sono chiuse, ma LA SCUOLA È APERTA…

Questo scrive nella rubrica “Ultimo banco” sul Corriere della Sera, lo scrittore Alessandro D’Avenia: “E nel marzo 2020 la scuola esiste ancora? Si, ma ad una condizione: se tutte “le” scuole sono chiuse, “la“ scuola è rimasta aperta dove “scuola” è il nome che diamo alla relazione che sopravvive alla chiusura dell’edificio.”

Ed è questo che ci auguriamo sentano i nostri studenti! 

Che la scuola è davvero aperta, attenta e protesa ad accogliere, ascoltare e rispondere ai bisogni di tutti e di ciascuno. 

L’autore che abbiamo citato scrive anche che adesso è chiesto a ciascuno di fare meglio di prima ciò che sappiamo e possiamo fare, per servire gli altri e dare loro speranza, come quelle ragazze che a Torino si sono offerte di fare la spesa agli ultrasettantenni del loro condominio. Non dobbiamo solo obbedire (e sarà già dura per un popolo che con le regole ha un rapporto difficile) alle voci “esteriori” che ci dicono cosa fare per non aumentare il contagio, ma ascoltare la più sottile voce interiore che ci ricorda chi siamo e che cosa possiamo fare per gli altri, ciascuno nel suo ambito.
L’autore che abbiamo citato aggiunge: per me servire gli altri e dare loro speranza significa connettermi alle 8 di mattina con i miei studenti (…). Faremo scuola come possiamo, anzi meglio, perché l’insegnamento a distanza aiuta a ripensare metodi e contenuti, faremo crescere i ragazzi non nonostante, ma grazie a questa situazione, facendoli sentire protetti, ancorati alla vita  e   sfidati”.

 

Funzionamento del servizio scolastico dal 19 marzo al 3 aprile 2020

Pubblichiamo il provvedimento n. 2568, emesso in data odierna dal Dirigente scolastico, a seguito di pandemia da COVID-19, ai fini dell’organizzazione del servizio scolastico, anche con riferimento alle attività indifferibili da rendere in presenza. In esso è esplicitato che, a partire da domani 19 marzo 2020 e fino al termine dell’emergenza pandemica:

  • il regolare funzionamento degli Uffici dell’istituzione scolastica è garantito prevalentemente ed in via ordinaria, attraverso attività telematiche e procedure di lavoro agile;
  • la presenza del Personale e del Dirigente scolastico negli edifici scolastici sarà limitata alle attività che risulteranno indifferibili e che richiederanno necessariamente la presenza fisica sul luogo di lavoro;
  • I servizi amministrativi urgenti e indifferibili, di interesse sia dell’utenza interna che dell’utenza esterna, non effettuabili a distanza, saranno erogati in presenza, con accessi limitati, previa richiesta telematica e autorizzazione del Dirigente scolastico; 
  • Eventuali altre necessità attualmente non prevedibili, ma urgenti e non rinviabili, non risolvibili in modalità di lavoro agile e che dovessero richiedere attività in presenza, saranno comunque garantite, previo appuntamento da concordare tramite modalità telematica;
  • L’utenza interna ed esterna, per presentare istanze agli uffici, potrà utilizzare il numero telefonico e gli indirizzi di posta elettronica di seguito riportati:

Per accedere al provvedimento…>> 

 

… ci dovevamo fermare.

Pubblichiamo Nove marzo duemilaventi – l’ultima Poesia di Mariangela Gualtieri. È un testo che ci fa pensare. Ci fa pensare anche col cuore. Con un cuore più grande. Capace di accogliere.

Questo ti voglio dire
ci dovevamo fermare.
Lo sapevamo. Lo sentivamo tutti
ch’era troppo furioso
il nostro fare. Stare dentro le cose.
Tutti fuori di noi.
Agitare ogni ora – farla fruttare.

Ci dovevamo fermare

e non ci riuscivamo.
Andava fatto insieme.
Rallentare la corsa.
Ma non ci riuscivamo.
Non c’era sforzo umano
che ci potesse bloccare.  

E poichè questo
era desiderio tacito comune
come un inconscio volere –
forse la specie nostra ha ubbidito
slacciato le catene che tengono blindato
il nostro seme. Aperto
le fessure più segrete
e fatto entrare.   Continua…>>

 

Sospeso il ricevimento del pubblico negli Uffici

Informiamo la comunità scolastica che, in attuazione alle disposizioni per il contenimento e la gestione dell’emergenza epidemiologica da  COVID-19, a partire da domani 10 marzo 2020:

  • sono sospese tutte le attività pomeridiane precedentemente programmate;
  • è sospesa l’apertura pomeridiana di tutti gli Uffici;
  • è sospeso il ricevimento dell’utenza da parte degli Uffici di Segreteria e di Dirigenza, salvo motivi  indifferibili, per i quali il richiedente dovrà prenotarsi tramite mail all’indirizzo di posta istituzionale leps04000e@istruzione.it  o comunicazione telefonica al numero  0836/566833, indicando le proprie generalità, le motivazioni della richiesta, l’indirizzo mail e/o il numero di cellulare ai quali essere ricontattati.

Per leggere il provvedimento…>>

 

Agli studenti delle classi quinte per “I 100 GIORNI AGLI ESAMI DI MATURITÀ”

Agli studenti delle classi quinte lancio un appello che la collega Alieta Sciolti ha condiviso nella chat dei Dirigenti scolastici e che spero possa essere accolto da tutti voi.

Cari ragazzi,
da tempo, ormai,
è in uso festeggiare insieme i “100 giorni agli esami”. Ciò é molto bello perché aiuta a sentirsi uniti di fronte a un’esperienza importante della propria vita che spaventa: l’esame di stato.
Quest’anno 
una nuova emergenza si frappone tra noi e il nostro futuro e necessita della dovuta attenzione. A differenza della paura dell’esame, che può essere vinta sentendosi vicini, il Corona virus può essere sconfitto solo restando lontani.
Sarà sempre possibile stabilire una nuova data per festeggiare: perché non 
i 50 gg all’esame?
Sareste ricordati come coloro che hanno coniugato 
l’innovazione alla tradizione nella responsabilità e consapevolezza di vivere un momento particolare della nostra storia. Restate a casa, lunedì! Ve lo dico con l’affetto che sempre cerco di mettere in tutto ciò che faccio per voi e che voi avete sempre riconosciuto in me!
Vi abbraccio tutti virtualmente!”

E per concludere aggiungo che sotto la minaccia del contagio, spazio e tempo cambiano. Ci fanno allontanare fisicamente, ma ci avvicinano nella consapevolezza che possiamo vincere solo se ci riconosciamo come parte consapevole e responsabile di una identica comunità.

 

… nonostante le aule vuote!

È stato il primo giorno in cui la “Didattica a distanza”, già sperimentata in passato in alcune classi, ha impegnato tutto il Liceo per l’intera mattinata.
Sin dalle prime ore ci chiediamo come va, se le piattaforme digitali reggono, se le indicazioni operative sono state chiare, se i ragazzi stanno partecipando, come stanno rispondendo le famiglie.

È tutto un rincorrersi di telefonate, mails, messaggi, incoraggiamenti ed… emozioni.
Si. Anche emozioni perchè… se è vero che alcune piattaforme sono andate in tilt, se è  vero che qualche studente ha avuto problemi di connessione o  ha tentato di fare il furbo, se è vero che qualcun altro ha postato i materiali didattici nello spazio sbagliato, è anche vero che per la gran parte delle classi le lezioni si sono svolte regolarmente, i ragazzi sono stati sempre presenti e i docenti hanno rispettato il loro regolare orario di servizio.
A scuola, stamattina, c’era un gran fermento… nonostante le aule vuote!
A scuola, stamattina, c’era la certezza dell’impegno di tutta la comunità… nonostante le aule vuote!
A scuola, stamattina, nonostante le aule vuote, si percepiva il bisogno generalizzato di collaborare, mettere a disposizione degli altri le proprie competenze e far sentire che la scuola c’è, che la scuola non si ferma e che i ragazzi e le famiglie possono contare su di noi.

Un sentito GRAZIE a tutti i docenti che ci sono e agli studenti che vogliono esserci davvero!

Un sentito GRAZIE alle famiglie che hanno fiducia e ci sostengono.

 

NEWS

  • Attivazione Didattica a distanza
  • Sospensione attività didattiche per emergenza epidemiologica - DPCM 04.03.2020
  • Chiusura scuole di Galatina per sanificazione locali - Ordinanze sindacali 21 e 22

Emergenza Covid-19

Progetto Jazz Education

ORIENTAMENTO

PNSD

ROBOTICA

ALTERNANZA S. L.

SERVIZI ON LINE

Canale video

Icona canale video