Cosa fa

Il Collegio dei Docenti è formato dal Dirigente Scolastico e da tutti gli insegnanti, in servizio nei vari plessi dell’istituto.

È l’organo responsabile dell’organizzazione didattica ed educativa dell’Istituto. Ha il compito di progettare, organizzare, verificare, controllare e valutare la vita didattica
dell’Istituto. E’ articolato in Dipartimenti disciplinari, Commissioni o gruppi di lavoro d’Istituto e di Classe.

I compiti del Collegio dei Docenti sono definiti dal DLGS 297/94. Ha potere deliberante in materia di funzionamento didattico dell’istituto. In particolare cura la programmazione dell’azione educativa anche al fine di adeguare i programmi di insegnamento alle particolari esigenze del territorio.

Esso esercita tale potere nel rispetto della libertà di insegnamento garantita a ciascun docente: elabora ed approva il piano triennale dell’offerta formativa (PTOF) articolato nei suoi diversi progetti
individua i docenti e le commissioni di lavoro che provvedono alla realizzazione dei progetti formula proposte per la formazione delle classi, l’assegnazione ad esse dei docenti, la formulazione dell’orario delle lezioni; delibera la suddivisione dell’anno scolastico in due o tre periodi di valutazione; valuta e verifica l’andamento complessivo dell’ azione didattica proponendo misure per il miglioramento dell’attività scolastica.

 

Quando si riunisce il collegio dei docenti?

Il Collegio è convocato dal Dirigente Scolastico o, su richiesta, da 1/3 dei docenti, con almeno 5 giorni di preavviso.

La convocazione scritta, indica la data della riunione, l’orario di inizio e l’O.d.G.

Tutte le delibere approvate dovranno essere rese operative in ogni plesso dai Consigli di Classe.

Organizzazione e contatti

Strutture dipendenti